I Denti da Latte: 7 cose che i genitori devono sapere

PRIMO DENTE DEL BAMBINO
  1. La maggior parte dei bambini sviluppa i denti tra 6 e 12 mesi.

C’è una grande variabilità rispetto a quando può nascere un primo dente; alcuni bambini potrebbero non avere denti anche prima del loro primo compleanno! A circa 3 mesi di età, i bambini inizieranno ad esplorare il mondo con le loro bocche, aumentando la produzione di saliva e iniziando a mettere le loro piccole mani in bocca. Molti genitori spesso chiedono se questo potrebbe significare che il loro bambino sta dando alla luce un dente, ma un primo dente di solito inizia a 6 mesi. In genere, i primi denti che nascono sono quasi sempre quelli inferiori (gli incisivi inferiori) e la maggior parte dei bambini avrà tutti i denti da latte entro i 3 anni di età.

  1. Il fluoro dovrebbe essere aggiunto alla dieta del bambino già a partire dai 6 mesi di età.

Il fluoro è un minerale che aiuta a prevenire la carie indurendo lo smalto dei denti. La buona notizia è che il fluoro viene spesso aggiunto all’acqua del rubinetto. È quindi molto importante dare al bambino un po ‘d’acqua in una tazza quando si introducono cibi solidi (circa 6 mesi). Parlate comunque con il pediatra per vedere se l’acqua del rubinetto contiene fluoro o se il bambino ha già bisogno di integratori a base di fluoro. Il fluoro non è in genere presente nella maggior parte delle acque in bottiglia.

  1. In caso di notti dolorose, massaggiare le gengive, dare al bambino qualcosa di freddo o di paracetamolo, può aiutare ad alleviare il dolore nei denti del bambino.

Di solito la crescita dei denti non causa eccessivo disagio nei bambini, tuttavia, molti genitori possono capire quando i denti nascono dal bambino. I bambini possono mostrare segni di disagio nella zona in cui nasce il dente; le gengive intorno al dente possono infatti essere gonfie e il bambino può sbavare molto più del solito.

I genitori possono aiutare ad alleviare il dolore massaggiando le gengive del bambino con le dita pulite, offrendo solidi anelli da dentizione o un gelato o un panno bagnato. Se offri un biscotto da dentizione, assicurati di monitorare il bambino mentre lo mangia. In effetti, i pezzi potrebbero facilmente rompersi causando soffocamento. Inoltre, questi biscotti non sono molto nutrienti e contengono molti zuccheri e sale.

La temperatura corporea del bambino può aumentare leggermente durante la crescita dei denti; tuttavia, secondo uno studio pediatrico del 2016, una vera febbre (temperatura superiore a 38 gradi Celsius) non è associata alla crescita dei denti ma è in realtà il segno di una malattia o infezione che può richiedere un trattamento specifico. Se il bambino è chiaramente a disagio, parla immediatamente con un pediatra della somministrazione di una dose appropriata di paracetamolo ; se il bambino avesse più di 6 mesi, sarebbe saggio concentrarsi sull’ibuprofene.  Assicurati di chiedere al pediatra la giusta dose in millilitri (ml) in base all’età e al peso del bambino.

La maggior parte dei bambini, in ogni caso, non avrà alcun problema durante la crescita dei denti!

denti da latte spazzolare

  1. Non usare compresse per la dentizione, gel con benzocaina, gel o compresse omeopatici o collane di ambra.

Sarebbe una buona idea evitare completamente l’uso di compresse per la dentizione perché contengono il veleno belladonna ed evitate anche gel a base di benzocaina. Infatti, sebbene la belladonna e la benzocaina siano commercializzate per intorpidire il dolore del bambino, la FDA ha emesso avvertimenti contro entrambi a causa dei potenziali effetti collaterali.

Inoltre, le collane di ambra non sono raccomandate. Le collane poste attorno al collo di un bambino possono presentare un rischio di strangolamento o soffocamento. Non ci sono anche ricerche per supportare l’efficacia di queste serie. 

  1. Spazzola i denti del bambino due volte al giorno con dentifricio al fluoro.

Una volta che i denti del bambino sono stati visti, sarebbe una buona idea lavarli due volte al giorno con uno strato sottile di dentifricio al fluoro delle dimensioni di un chicco di riso, specialmente dopo l’ultima bevanda o pasto della giornata. Ricorda inoltre di non mettere mai il bambino a letto con una bottiglia; questo fatto potrebbe causare carie.

Una volta che hanno 3 anni, si raccomanda l’uso di una quantità di dentifricio al fluoro delle dimensioni di un pisello Solo quando il bambino è in grado sarà importante insegnargli come sputare il dentifricio in eccesso. È sempre meglio mettere il dentifricio sullo spazzolino del bambino personalmente fino a quando non ha almeno 6 anni. I genitori dovrebbero monitorare e assistere il loro bambino mentre si lavano i denti fino a quando il bambino ha 7 o 8 anni. Quando il bambino è in grado di scrivere bene il suo nome, avrà anche la capacità di lavarsi bene i denti.

  1. Chiedi al pediatra i denti del bambino e la lacca al fluoro.

Durante le visite regolari per i bambini, il pediatra controllerà i denti e le gengive del bambino per assicurarsi che siano sani e proverà anche a consigliare come continuare a mantenere la situazione in uno stato ottimale. Se il bambino non ha ancora un dentista, chiedi al pediatra se è in grado di applicare la lacca al fluoro ai denti del bambino. Una volta che il bambino ha un dentista, la lacca può essere applicata anche da quest’ultimo. Prima che il bambino riceva la lacca al fluoruro meglio sarà in grado di prevenire la carie.

  1. Prendi il primo appuntamento dentale non appena nasce il primo dente.

È importante avere il primo appuntamento dentistico per il bambino subito dopo la nascita del primo dente o prima del suo primo compleanno.

Si raccomanda che tutti i bambini vedano un dentista pediatrico e inizino a creare una sorta di “casa odontoiatrica” ​​dall’età di un anno. Un dentista pediatrico farà in modo che tutti i denti si sviluppino normalmente e che non ci siano problemi dentali. Lui o lei darà anche ulteriori consigli per una corretta igiene dentale. Se non c’è un dentista pediatrico nella tua zona, puoi provare a contattare un dentista generale accettando di visitare anche i più piccoli.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Skip to toolbar