La Causa Reale Della Carie (E Come Bloccarla In Maniera Naturale)

Cause e rimedi naturali della carie dentale

Ti sei mai chiesto perché alcune persone si lavano i denti meno frequentemente, hanno poche, se non che nessuna carie, mentre altre, anche se rispettano tutte le regole della pulizia dentale, hanno problemi costanti ai denti? Oppure perché alcuni popoli isolati che mangiano cibi integrali e non hanno la possibilità di usare uno spazzolino, hanno i denti perfetti, sani e dritti senza avere carie per tutta la loro vita?

Molte persone credono che la causa centrale della carie sia la fermentazione del cibo sui denti. Sostenere questa teoria è come incolpare la pioggia perché il tetto della tua casa perde acqua. Se il tetto di casa è in effetti ben sigillato e ben tenuto, non perderà sicuramente, indipendentemente da quanta pioggia cadrà.

Allo stesso modo, quando lo smalto dei denti è forte e sano, i denti non saranno influenzati dalle condizioni della bocca o dal cibo rimasto sui denti, indipendentemente da quanto si spazzola (o meno). Possiamo quindi dire con certezza che questa teoria è solo parzialmente vera.

Cercare di eliminare i batteri dalla nostra bocca per prevenire la carie è simile a cercare di impedire alla pioggia di cadere per evitare perdite dai tetti. La teoria secondo cui i batteri nella nostra bocca producono acidi, che causano la carie, è quindi falsa. La saliva, infatti, ha un pH basico in grado di neutralizzare rapidamente gli acidi presenti in bocca.

Quindi, se non è il cibo e non sono i batteri, allora qual’è la causa delle carie?

La vera causa della carie dentale

I denti, come le ossa, sono organi viventi. Anche se si rinnovano molto più lentamente di altri tessuti come la pelle o il fegato, i denti sono ancora in piena attività anche nella rigenerazione delle loro cellule.In una persona sana, la dentina e lo smalto sono costantemente rigenerati da vitamine, minerali ed enzimi presenti nel sangue e spinti attraverso i tubi microscopici presenti negli strati esterni del dente. Con il giusto apporto di vitamine e minerali, i denti continueranno a mineralizzare e rigenerare naturalmente senza avere bisogno di trattamenti o sostanze come il fluoro per rimanere in salute.

La carie non è quindi causata da batteri o acidi che corrodono i denti, ma piuttosto è un ciclo naturale di vita dei denti. In un individuo sano, il ciclo della carie è controllato dal rinnovamento cellulare, poiché le cellule sane sostituiscono le cellule morte nei nostri denti, proprio come fanno con la nostra pelle o altri organi.

Tuttavia, a causa di fattori quali la dieta, gli accumuli tossici provenienti dall’ambiente e lo stress, il funzionamento del nostro corpo può diventare sbilanciato, lasciandoci vulnerabili alle malattie. I nostri denti non sono affatto diversi da tutto.

La maggior parte di noi occidentali, a contatto principalmente con cibi altamente trasformati, zuccherati e denaturati, ha questo ciclo di decadimento e una ricrescita profondamente squilibrata; infatti, i nostri corpi non sono semplicemente in grado di sostituire le cellule all’interno dei nostri denti prima che si verifichino queste malattie. I depositi sui denti non sono quindi causati da azioni batteriche, ma, come evidenziato dai test, sono dovuti a squilibri nella chimica del corpo.

Quindi non sono gli zuccheri, il fumo, il caffè, i dolci, la soda, ecc a causare la carie dei denti. Ma è la dieta sbilanciata e le fluttuazioni di zucchero nel sangue che creano squilibri nel corpo e favoriscono la comparsa della carie.

In sostanza, la carie, come quasi tutte le malattie, ha come causa primordiale la malnutrizione, che a sua volta causa squilibri biochimici che lasciano il corpo debole e quindi vulnerabile al attacco dei agenti esterni.

Secondo “Cure Tooth Decay: Heal and Prevent Cavities with Nutrition”, e secondo il Dr. Melvin Page, uno specialista in chirurgia dentale e l’antropologo Leon Abrams, e sufficiente uno squilibrio di 25% nella chimica del corpo per favorire la comparsa della carie. Dopo 30 anni di ricerche e oltre 40.000 esami del sangue, il Dr. Page ha scoperto che un disturbo nel equilibrio tra calcio e fosforo nel sangue causa la carie e patologie gengivali.

Ancora più importante, è la scoperta di come un rapporto di 8,75 mg di calcio a 3,5 mg di fosforo per 100 cc di sangue, con livelli normali di zucchero nel sangue di 85 mg per 100 cc di sangue, induce l’immunità alla carie dei denti. Nel momento in cui questo rapporto viene alterato o quando i livelli di zucchero nel sangue aumentano o scendono troppo, si e osservato la demineralizzazione dei denti e del osso, con conseguente comparsa della carie.

Tuttavia, anche se si ha un coretto valore della glicemia e una dieta ricca di calcio e fosforo, la presenza o l’assenza di vitamine liposolubili A, D, E e K, determinerà se il tuo corpo sarà in grado o meno di usare i minerali nel modo migliore. Purtroppo queste vitamine sono in gran parte mancanti in una dieta squilibrata, e senza di esse, i minerali non apportano alcun beneficio per le tuo ossa e denti.

Il video di seguito fornisce un approfondimento:

cause della carie - fast food

La dieta occidentale standard causa la carie dei denti

Mediamente,  non assumiamo abbastanza minerali o vitamine per quanto sani in quanto raramente mangiamo alimenti di alta qualità, freschi, integrali e biologici come i prodotti dagli animali allevati in terra o verde a foglia verde.

Inoltre, la dieta occidentale standard ha un’elevata presenza di zuccheri, farina bianca, alimenti trasformati, raffinati e denaturati, caffeina, conservanti ed altre tossine alimentari che causano oscillazioni degli zuccheri nel sangue e gravi carenze nutrizionali responsabile per le epidemie e le malattie croniche.
This combination of low nutrition and high processed food leads to radical biochemical imbalances that ultimately lead to all sorts of chronic and degenerative diseases, including tooth decay and gum disease.
Questa combinazione, tra la scarsa nutrizione e l’assunzione di cibo altamente trasformato conduce a degli squilibri biochimici importanti che sono la cause principale per tante malattie croniche, degenerative, malattie dentali e delle gengive.
Uno studio comparativo condotto dal Dr. Weston price, DDS, analizando la qualità e la tipologia di cibo assunto da vari grupi etnici a livello mondiale, ha determinato dei risultati sorprendenti.

Gli aborigeni dell’Australia hanno una dieta che contiene 5 volte il calcio, 6 volte il fosforo e 10 volte la quantità di vitamine liposolubili rispetto alla moderna dieta australiana. Gli aborigeni che mantengono ancora oggi la loro dieta nativa hanno i denti sani e diritti e sono praticamente immuni alle carie dei denti.

Coloro che invece adottano la moderna dieta australiana, subiscono rapidamente carie dei denti, malattie delle gengive e, nei bambini, disallineamenti ortodontici e malocclusioni.

Il problema dei interventi  dentali

Otturazioni, corone, canali radicolari, ecc. non curano la carie dei denti; trattano solo i sintomi di un grave squilibrio metabolico. Un otturazione fatta oggi non garantirà affatto che in futuro non ci sarà bisogno di un canale radicolare nello stesso dente o di otturazioni per i  altri denti.

Inoltre, il lavoro dentale, anche se occasionalmente necessario, usa tipicamente materiali come fluoruro, amalgami contenenti mercurio e bisfenolo-A che possono portare nel tempo, ad altri problemi di salute.

Impariamo a fermare la comparsa della carie in modo naturale

C’è oggi una credenza comune che si ha una carie del dente, essa compromette definitivamente il dente interessato ma anche i denti vicini. Ma secondo uno studio pubblicato dal British Medical Journal, la comparsa delle carie dei denti puo essere fermata e il processo di decadimento dentinale invertito con un semplice  cambio di dieta.

Uno studio è stato eseguito su 62 bambini con carie, divisi in tre diversi gruppi in base alla dieta. Al gruppo 1 è stata data una dieta standard con l’aggiunta di farina d’avena (ricca di acido fitico). Il gruppo 2 ha consumato la normale dieta con aggiunta di vitamina D. Il gruppo 3 invece, ha seguito una dieta priva di grano sempre con un’aggiunta di vitamina D.

Nel gruppo 1, la farina d’avena ha impedito la guarigione ed ha determinato la comparsa di nuove carie, presumibilmente a causa delle sue proprietà che impediscono l’assorbimento dei minerali. Nel gruppo 2, la semplice aggiunta di vitamina D alla dieta, non solo ha fatto si che si verificassero molte meno carie nei bambini.  L’effetto più eclatante è stato però nel gruppo 3, il gruppo che seguiva una dieta priva di grano con sola aggiunta di vitamina D; qui infatti, quasi tutte le carie si sono fermate nel loro sviluppo e pochissime nuove carie sono state sviluppate.

Questo studio, insieme al sostegno di molti medici e dentisti, sta dimostrando che siamo stati disinformati su ciò che può essere realmente fatto per curare lo stato di salute dei nostri denti e delle gengive.

Una dieta per fermare la formazione di nuove carie e lo sviluppo delle carie presenti

Assicuratevi di avere semper ampi apporti di vitamina A, D, E e K nella vostra dieta, così come  calcio, fosforo, magnesio ed altri minerali.

Il dottor Weston Price ha scoperto come i gruppi di indigeni che hanno la più alta immunità alle carie dei denti mangiavano ogni giorno da almeno due delle seguenti concentrazioni di vitamine:

  1. latticini crudi, provenienti da animali allevati in pascoli (NON omogeneizzati o pastorizzati) o uova provenienti da animali allevati a terra o selvatici;
  2. pesce e frutti di mare selvatici compresi gli organismi;
  3. organi di animali terrestri allevati in pascoli o selvatici;
  4. insetti. Questi ultimi, anche se considerati poco apprezzati dagli occidentali, sono anch’essi una fonte eccezionale di molte cose e molti altri, le grandi scimmie.

Come noi non mangiamo quasi mai latte crudo, frutti provenienti da animali allevati a terra, interiora o carne fresca, frutti di mare selvatici e verdure biologiche cresciute su suoli sani, è comune dunque, avere delle carenze di vitamina A, D, E e K, così com’è comune avere carenze della maggior parte dei minerali, e per questo soffrire di problemi dentali ed altri problemi di salute.

Anche se hai una dieta fatta da alimenti integrali, siamo sicuri che mangiamo carne bio, dervati di latte non lavorati, oppure frutti di mare e pesce e che stiamo lontani dai edulcoranti?
La stragrande maggioranza dei occidentali non riescono fisiologicamente  assumere una quantità adequata di vitamina D sia a causa della regione geografice dove abitano, della staggione, oppure anche a causa della ridotta quantità di melanina  nella loro pele- cosa che limita l’esposizione solare per evitare la sovraesposizione. circa un terzo della popolazione mondiale non riesce effetivamente convertire il betta carotene dalle verdure  in vitamina A.

Per questo motivo, per la maggior parte dell’umanità, l’unico modo per ottenere quantità ottimali di vitamine A, D, E e K è solo da prodotti animali di altissima qualità.

È anche per queste stesse ragioni che molti vegetariani hanno difficoltà ad acquisire abbastanza vitamine liposolubili, e quindi hanno una maggiore suscettibilità alla carie. Inoltre, i nostri cereali e verdure – anche da aziende agricole biologiche – sono coltivati ​​su terreni impoveriti, quindi è anche difficile per i moderni vegetariani ottenere abbastanza minerali dalle sole fonti vegetali.

I vegetariani sarebbero saggi di integrare la loro dieta con un uova biologiche provenienti da galline allevate a terra e con alto contenuto di vitamine, burro giallo e latticini da latte crudo e non sgrassato.

I vegani hanno notoriamente problemi dentali. È propriola mancanza di vitamine liposolubili nella dieta vegana che rende molto difficile per i vegani rimanere immuni alle carie e, nei bambini, problemi di ortodonzia.

I vegani dovranno fare molta attenzione per assicurarsi di prendere abbastanza sole, dal momento che la vitamina D non si trova in modo affidabile in tutte le fonti vegetali e che i loro livelli di vitamina D devono essere controllati regolarmente. Senza abbastanza vitamina D, i minerali non possono essere adeguatamente assorbiti e utilizzati nel corpo, e col tempo creerà carenze che influenzeranno profondamente l’immunità alle malattie, tra cui la carie e le malattie gengivali.

L’integrazione con vitamina D, retinolo vitamina A e vitamina B12 è spesso raccomandata per i vegani.

I vegani devono anche fare attenzione a mangiare un’abbondanza di noci crude, semi, alghe e verdure a foglia verde per ottenere abbastanza vitamina A, E e K e minerali come calcio, magnesio e fosforo. Infine, i vegani (e anche tutti gli altri) dovrebbero in particolare evitare i picchi dello zucchero nel sangue mangiando tanta frutta dolce e succhi di frutta che sodisfano il gusto senza aumentare il pico glicemico.

Nutrizione per la guarigione della carie dentale

È davvero molto semplice:

  • Se la tua salute orale è in sofferenza, la tua chimica corporea è fuori equilibrio a causa di carenze nutrizionali.
  • Se non stai facendo controlli e pulizie dal dentista cio si agiunge ai errori della tua dieta.

Reimpostare questo equilibrio può essere realizzato con cambiamenti nella dieta, ma è necessario evitare alcune insidie:

Qualità del cibo scadente.

Essere altamente selettivi riguardo al cibo è la chiave per rimineralizzare le cavità e raggiungere una salute ottimale. La salute ottimale dipende dalla nutrizione ottimale che proviene da cibi ottimali.

In primo luogo, evitare tutti i cibi confezionati. Sono di bassa qualità e hanno pochissima nutrizione. Mentre alcuni alimenti confezionati e trasformati potrebbero essere adizionati, queste vitamine sono sintetiche e sono a malapena assorbite dal corpo.

Si potrebbe pensare che acquistare alimenti biologici sia sufficiente per ripristinare una corretta alimentazione, ma si consideri l’esempio dello yogurt biologico: è conservato in contenitori di plastica e potrebbe non essere fresco; il latte può essere di qualità media e privo di sostanze nutritive perché le mucche sono alimentate con cereali e il loro latte è stato pastorizzato.

Affinché i prodotti lattiero-caseari contengano una nutrizione ottimale, essi devono essere non solo biologici, ma anche crudi, e gli animali che li producono devono essere nutriti con erba e lasciati pascolare al sole.

Le uova biologiche e ruspanti acquistate al supermercato sono, nel migliore dei casi, mediocri. Perché le uova siano veramente nutritive, devono provenire da galline che possono gironzolare al sole mangiando la loro dieta nativa di vermi, insetti, erbe, semi e piante. Le uova di queste galline hanno tuorli d’arancio scuro, non gialli, e sono, francamente, deliziose.

Le verdure biologiche sono nutrienti solo quanto sono fresche, di stagione e coltivate su terreni sani e ricchi di minerali. Un frutto biologico o vegetale che è stato coltivato su terreni impoveriti e poi spedito per centinaia o migliaia di miglia al tuo tavolo avrà solo una frazione della nutrizione di uno che è stato raccolto quel giorno e venduto al mercato locale della fattoria.

La scarsa assunzione delle vitamine liposolubili dai alimenti.

Per ottenere una remineralizzazione regolare dei denti e una salute ottimale, è necessario ottenere una notevole quantità di vitamine A, D, E e K.

Idealmente, questo significa che devi mangiare una o due volte al giorno da almeno due dei quattro gruppi alimentari speciali identificati da Dr. Price:

  • latticini crudi nutriti con erba e uova di volatili allevati al pascolo o selvatici,
  • pesce e molluschi (compresi uova di pesce, organi e testa) (l’olio di fegato di merluzzo è una buona alternativa: dove trovare l’olio di fegato di merluzzo in linea),
  • organi e midollo osseo di animali terrestri allevati al pascolo o selvatici,
    insetti. (Sì, lo so, probabilmente non succederà).

Troppi dolci naturali.

Mangiare frutta dolce e dolcificanti naturali come lo sciroppo d’acero e il miele possono ancora contribuire alla carie causando il prelievo di calcio dalle ossa e dai denti. Per molte persone, soprattutto quelle ad alto rischio di squilibrio di zucchero nel sangue e carie, mangiare cibi dolci anche una volta al giorno può essere malsano.

In confronto, la maggior parte dei nostri antenati con denti sani e ortodonzia non mangiava affatto frutta o dolcificanti, tranne quando erano disponibili frutti selvatici rari o miele in stagione.

Mancanza di fosforo

Il fosforo è facilmente esaurito dai nostri terreni, quindi la sua carenza è comune nella dieta moderna, anche se pensi di mangiare bene. Mangiare cibi ricchi di fosforo, come noci e semi crudi, carne e latticini, pesce selvatico e uova allevate al pascolo è la chiave per la salute delle ossa e dei denti.

Mancanza di altri minerali.

Anche ossa e denti hanno bisogno di altri minerali come lo stronzio, il magnesio e il silicio per essere sani. Le fonti più ricche di questi minerali sono i brodi di ossa, i frutti di mare e le alghe. La maggior parte delle verdure sono coltivate su terreni impoveriti, anche quelli organici, quindi potresti non assumere abbastanza mangiando verdure a foglia verde e altre verdure, specialmente se le cucini.

Cattivo assorbimento di cibo

Molti occidentali non riescono ad assorbire correttamente i nutrienti che mangiano perché il loro fegato è stato danneggiato da anni di alimenti scadenti, trasformati e denaturati. È importante includere il consumo giornaliero di verdure o carni fermentate e un sacco di cibi crudi per fornire al vostro sistema digestivo i batteri probiotici e gli enzimi necessari per utilizzare correttamente i nutrienti che mangiate.

Mangiare il 40% o più della tua dieta quotidiana in verdure crude e cibi fermentati e viventi è ottimale. I cibi fermentati e viventi includono i crauti non pastorizzati, il kimchi, il kefir e lo yogurt dal latte crudo, ecc. I cibi crudi includono tutte le verdure crude e frutta, nonché uova crude, bistecca alla tartara, sashimi, ceviche, ecc.

Un protocollo completo per la garanzia dei tuoi denti

Malattie come la carie si presentano quando il tuo corpo non è in equilibrio. Ramiel Nagel, l’autore di Cure Tooth Decay: Heal e Prevent Cavities with Nutrition, ha incluso un protocollo nutrizionale completo nel suo libro per ristabilire l’equilibrio nutrizionale, rimineralizzare i denti e prevenire la carie.

Nel libro, Nagel espone gli alimenti che possono ripristinare la salute orale, i cibi che dovrebbero essere evitati a tutti i costi perché causano carenze minerali (come soia, sale da cucina e prodotti caseari pastorizzati, tra gli altri), e le erbe curative e oli che possono alleviare il dolore e l’infezione dei denti in fretta.

Mentre la strada da percorrere per raggiungere l’equilibrio è unica, il protocollo Cure Tooth Decay è stato utilizzato con successo da migliaia di persone negli ultimi 60 anni (compresi noi!) Per minimizzare, prevenire e persino invertire e rimineralizzare la carie e le malattie gengivali.

Tuttavia, se si hanno problemi dentali che richiedono attenzione immediata, si prega di farlo da un buon dentista, preferibilmente un dentista olistico non tossico, se è possibile trovarne uno nella propria zona.

Mangia bene!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Skip to toolbar