Parodontite e Gengivite: Comprendere La Malattia Periodontale

La Gengivite e il Tuo Corpo

Abbiamo sentito parlare di gengiviti almeno una volta, ma siamo davvero in grado di riconoscerlo? Oltre ad essere la causa principale della perdita dei denti, la gengivite è stata collegata a tutta una serie di problemi di salute. Ecco una semplice guida per capire meglio il ruolo che le gengive svolgono per la tua salute!

CHE COS’È LA MALATTIA PARODONTALE?

La malattia parodontale o gengivite è fondamentalmente un’infezione batterica che colpisce i tessuti che sostengono i denti. È tutto. I batteri attaccano le gengive, i legamenti e le ossa intorno ai denti causando infezioni che, se non trattate, causano la caduta dei denti. La gengivite può anche interessare altri tessuti del corpo, e per questo motivo è essenziale riconoscerla in tempo e trattarla il prima possibile.

Alcune note sulla malattia parodontale

  • È la prima causa di perdita dei denti
  • Colpisce il 50% della popolazione degli Stati Uniti
  • Trattato ma irreversibile
  • Cronico e progressivo – senza trattamento, peggiora nel tempo
  • Influisce sulla salute dell’intero corpo umano

Gengivite e malattia parodontale sono la stessa cosa?

La gengivite è una parola spesso usata per descrivere l’infiammazione delle gengive, che è una delle prime fasi della malattia parodontale. Infatti, in questa fase, la malattia è ancora reversibile. La malattia parodontale è un processo progressivo; questo significa che peggiora nel tempo. Inizia con le gengive e, se non trattata, nel tempo si trasformerà in parodontite.

QUALI SONO I VARI TIPI DI MALATTIA PARODONTALE?

Ci concentreremo sui tipi più comuni. La malattia parodontale è un processo che inizia dalla gengivite e raggiunge la parodontite. Per questo motivo è essenziale identificarlo e trattarlo tempestivamente. In ogni caso, anche se le fasi successive alla malattia parodontale sono curabili, non saranno reversibili.

  • Gengivite – infiammazione delle gengive. Reversibile con igiene orale e pulizia regolare.
  • Parodontite. Distruzione dei tessuti di supporto dei denti. Termina con la perdita dei denti.
  • Cronico – il tipo più comune di malattia parodontale.
  • Aggressivo: accade in persone che altrimenti sarebbero in salute. Comporta una rapida distruzione dei tessuti di supporto dei denti. Generalmente si verifica in più membri della stessa famiglia.

MA COME FUNZIONA LA MALATTIA PARODONTALE?

In una bocca sana, i denti sono attaccati alle ossa tramite un legamento. La gengiva copre l’osso, connettendosi ai denti attraverso piccole fibre di tessuto connettivo e costruendo un collare di circa 1-3 mm di altezza attorno al collo dei denti. Lo spazio tra questo tessuto e il dente è chiamato solco. E questa è proprio l’area che il tuo igienista dentale esaminerà durante la visita. Questa zona è infatti rivestita con un tessuto progettato per mantenere i batteri fuori dal flusso sanguigno ed è facilmente igienizzato attraverso l’uso di un semplice spazzolino da denti.

Gengivite

Quando i batteri della placca invadono lo spazio tra il dente e le gengive, l’infiammazione è causata. Avete mai notato gengive sanguinanti mentre vi lavate i denti o usate il filo interdentale? Bene, il sanguinamento è causato dall’attacco batterico sul solco. Infatti, il tessuto sviluppa piccole lacerazioni che sanguinano permettendo ai batteri di entrare nel flusso sanguigno.

Evoluzione

Mentre i batteri invadono lo spazio tra il tessuto e il dente, l’infiammazione peggiora e le fibre che attaccano la gomma al dente si stanno lentamente staccando. Ora, un piccolo spazio di 1-3 mm è diventato così più profondo e di conseguenza i batteri iniziano a moltiplicarsi. Il problema sorge tuttavia quando il solco diventa così profondo da non poter essere pulito con uno spazzolino da denti. A questo punto, si forma il calcolo dentale, un deposito duro formato da batteri della placca che assomiglia a una specie di barriera corallina popolata da batteri. Una cosa davvero spiacevole!

Parodontite

Le cose si stanno precipitando! In questa fase, infatti, si verificano frequenti sanguinamenti, tessuti infiammati, calcoli dentari e solchi che non possono più essere puliti con uno spazzolino o un filo interdentale. I batteri si concedono il lusso di invitare i loro amici a pranzo. Man mano che i solchi diventano più profondi, molti tipi di batteri iniziano a crescere e diventano sempre più aggressivi. Questi nuovi tipi di batteri sono distruttivi e, una volta entrati nel flusso sanguigno, possono essere davvero devastanti sia per i tessuti della bocca che per quelli del corpo.

Man mano che i batteri si moltiplicano, il rivestimento del solco viene consumato. Le fibre che collegano le gengive ai denti si allentano permettendo un’invasione batterica. A questo punto l’osso intorno al dente si perde e di conseguenza il dente, non avendo più supporto osseo, si allenta e cade. La parte peggiore è che tutto questo accade quasi senza sintomi! Infatti, il primo segno della malattia parodontale è spesso la perdita dei denti!

MALATTIA PARODONTALE E SALUTE

È bene sapere che la malattia parodontale non è solo devastante per la tua bocca; è infatti in grado di infettare gravemente il tuo stato generale di salute! Ciò accade perché i batteri, essendo in grado di entrare nel flusso sanguigno attraverso le lacerazioni del tessuto nei solchi infetti, possono viaggiare attraverso l’intero organismo alla ricerca di luoghi da colonizzare. Ma non è tutto; l’infiammazione causata dalla malattia parodontale, infatti, è anche sufficiente per contribuire allo sviluppo di numerose altre malattie del corpo!

Diabete

La malattia parodontale è stata associata al diabete per molto tempo. Le due malattie infatti si amano e ognuna di esse incoraggia l’altra a evolversi. Prendersi cura sempre delle gengive permetterà al tuo corpo di gestire meglio il diabete, e viceversa!

Prevenzione parodontite

Malattie cardiache

Sebbene nessuno abbia ancora dimostrato con certezza quali siano le connessioni, la ricerca indica tuttavia che la malattia parodontale aumenta il rischio di sviluppare malattie cardiache. Si ritiene, infatti, che l’infiammazione causata dalla malattia parodontale possa essere responsabile proprio dell’aumento di questo rischio.

Problemi con la gravidanza

La ricerca indica che la malattia parodontale potrebbe essere correlata a parti prematuri e basso peso alla nascita.

COME FACCIO A SAPERE SE HO LA MALATTIA PARODONTALE?

Il tuo igienista dentale cercherà i segni della malattia parodontale durante l’appuntamento per la pulizia dei denti. Le tue gengive saranno quindi misurate per accertare che la profondità dei solchi sia entro i limiti consentiti e quindi non ci sarà emorragia. Il sanguinamento non è quasi mai normale! Infatti, indica sempre che il rivestimento dei solchi è infetto e che quindi i batteri sono autorizzati a entrare nel flusso sanguigno.

Se sei in ritardo con visite dentistiche, presta molta attenzione alle gengive quando usi lo spazzolino o il filo interdentale. Controllare sempre i segni di gengivite e malattia parodontale che includono:

  • Emorragia
  • Rossore gengivale
  • Gonfiore gengivale
  • Retrazione gengivale
  • Alitosi
  • Cattivo gusto

Quindi, durante la tua prossima visita, comunica immediatamente al tuo dentista tutti i segnali che hai visto fino a quel momento. Ricorda che il trattamento della malattia parodontale nel tempo può prevenire la perdita dei denti!

QUALI SONO I FATTORI DI RISCHIO PER MALATTIE PARODONTALI?

La malattia parodontale, come tutte le altre malattie, comporta fattori di rischio. Una persona che ha tre o più fattori di rischio non è solo tre volte più probabilità di sviluppare la malattia parodontale; infatti, il rischio di sviluppare la malattia è 27 volte superiore! Se hai 4 o più fattori di rischio, allora la probabilità di sviluppare una malattia parodontale aumenta di ben 64 volte! I principali fattori di rischio per lo sviluppo della malattia parodontale sono:

  • Scarsa igiene orale
  • Età
  • Genetica
  • Fumo
  • Stress
  • Farmaci che causano secchezza delle fauci
  • Bruxismo
  • Obesità
  • Diabete
  • osteoporosi
  • Cattiva alimentazione
  • Ripristino difettoso dei denti
  • Denti non allineati

Ricorda sempre che la malattia parodontale è un’infezione batterica. Tutto ciò che aumenta lo sviluppo batterico in bocca aumenterà di conseguenza i rischi!

alitosi in parodontite

COME VIENE TRATTATA LA MALATTIA PARODONTALE?

Il trattamento della malattia parodontale si concentra naturalmente sull’eliminazione dei batteri. Ha senso, non è vero? Nel caso della gengivite, ciò si ottiene attraverso la pulizia dei denti e il ritorno a un regime ottimale di igiene orale. Per le malattie parodontali più avanzate, tuttavia, i trattamenti possono variare.

Il risultato dell’esame determinerà l’esatto tipo di trattamento da eseguire. Quando il tuo igienista misurerà i solchi, cercherà dimensioni superiori a 3 millimetri. Lo specialista conterà anche il numero di aree che sanguinano. Non dimenticare, il sanguinamento indica la presenza di un’infezione del rivestimento dei solchi. Dopo aver esaminato i denti e le gengive, il dentista sarà in grado di fornirti un piano di trattamento specifico.

Tipi di trattamento per la malattia parodontale

  • Pulizia profonda dei denti, ablazione, piallatura delle radici
  • Qui sono state identificate le aree da disinfettare. I denti e le radici vengono quindi puliti sotto la gengiva usando uno scaler dentale ad ultrasuoni o altri strumenti. Il calcolo (depositi duri formati dalla piastra residua) viene rimosso e la superficie dei denti viene levigata.
  • Trattamento laser
  • Dopo aver rimosso i calcoli e la placca con una pulizia profonda, viene spesso utilizzato un laser per rimuovere i batteri dai solchi più profondi.
  • Chirurgia
  • Dopo una pulizia profonda, alcune aree potrebbero beneficiare di un intervento chirurgico per ridurre la profondità dei solchi e quindi rimuovere le aree in cui i batteri potrebbero raccogliersi.
  • Aggiunta di ossa
  • Dopo una pulizia profonda, alcune aree possono beneficiare di un’aggiunta ossea.

Il tuo dentista cercherà di ridurre al minimo il numero di batteri in bocca; Uno dei metodi per farlo è identificare i luoghi in cui i batteri possono svilupparsi, come i bordi ingombranti delle riparazioni o tra i denti sovrapposti! Il tuo dentista cercherà anche di consigliarti come meglio tenere i denti puntati su cosa fare attenzione durante il morso. Questo è il motivo per cui il tuo dentista può consigliarti:

  • Riparazioni migliorate per sostituire riempimenti o corone ingombranti o frastagliati
  • Ortodonzia per correggere i denti disallineati e difficili da pulire
  • Stecca dei denti per stabilizzarli
  • Regolazioni del morso per ridurre il sovraccarico dei denti

Chiedi al tuo dentista i migliori metodi per ridurre il rischio di malattia parodontale!

COME POSSO PREVENIRE LA MALATTIA PARODONTALE?

Ora che conosci le cause della malattia parodontale e sai cosa può fare questa malattia ai tuoi denti e al tuo corpo, cosa puoi fare per prevenirlo? Mentre alcuni fattori di rischio per la malattia parodontale, come la tua genetica, non possono naturalmente essere modificati, ecco un elenco di cose che puoi fare per tenere sotto controllo la malattia parodontale!

  • L’igiene orale è il tuo migliore amico! Lavati sempre i denti almeno due volte al giorno e usa il filo interdentale almeno una volta al giorno.
  • Effettua regolari appuntamenti per la pulizia dentale! Il team di specialisti dentali è specificamente progettato per identificare i primi segni della malattia parodontale. Quindi assicurati di beneficiare della loro esperienza! Appuntamento perso? Prendi un nuovo appuntamento oggi, non tardare!
  • Mantieni lo stato generale della tua salute al meglio! La tua salute orale e la tua salute generale procedono di pari passo!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Skip to toolbar